Istruzioni Per Il Download e Guida alla Lettura

I racconti pubblicati sul blog sono totalmente gratuiti e sempre scaricabili su computer, tablet o eReader in generale.

Ogni settimana (salvo tragedie…) un nuovo capitolo verrà pubblicato sull’home page, in formato PDF o ePub. Allegati al post (a partire dal capitolo 7*) troverete i link Google Drive di entrambi i formati.

download-1

Se non avete voglia di spulciare tra settimane di post per scaricare i capitoli precedenti, sul menu principale trovare le pagine dedicate a ciascuna stagione o sezione con i link per il download diretto ai capitoli precedenti.

download-2

download-4

download-3

(*i link dei vecchi post hanno sempre come host Zippyshare o Sabercat. Quelli sulle pagine dedicate, invece, sono già caricati su Google Drive e sarà così anche per i prossimi capitoli. pIù sicuro e più veloce).

 

Come leggere ”Zeitgeist Hotel”

Semplice: come volete.

Potete iniziare da ”Ultimo Trip” e poi leggere ”Una Stanza Grigia” o viceversa, oppure iniziare da ”Qualcosa è Andato Orribilmente Storto”, leggere ”Scricchiolii” e poi passare a ”Ultimo Trip”, ecc…

Non esiste un ordine rigido di lettura dei racconti. Le storie accadono in contemporanea, quindi non esiste una vera e propria trama orizzontale, ma ciascuna storia cerca di vivere autonomamente di vita propria, cercando di non farsi influenzare troppo dalle altre, ma incastrandosi in un unica storia a strade parallele. Alcune storie rivelano più indizi riguardo le origini dell’hotel e dei ”Figli di Fathima” rispetto ad altri. Certi fatti che non hanno spiegazione in uno trovano una soluzione nell’altro, ecc. ecc.

Condividono temi e location, ma l’atteggiamento è quello di qualunque altra antologia di racconti.

Alla fine di tutte le storie del primo ciclo, avrete una serie di elementi per costruire la cornice del ”quadro generale”. Tutta la storia di ”Zeitgeist” andrà risolvendosi, certo, ma per quello ci saranno un ”Ciclo Due” e un ”Ciclo Tre” (con un altra struttura e, probabilmente, una vera trama orizzontale).

Semplice: come volete.

Potete iniziare da ”Ultimo Trip” e poi leggere ”Una Stanza Grigia” o viceversa, oppure iniziare da ”Qualcosa è Andato Orribilmente Storto”, leggere ”Scricchiolii” e poi passare a ”Ultimo Trip”, ecc…

Non esiste un ordine rigido di lettura dei racconti. Le storie accadono in contemporanea, quindi non esiste una vera e propria trama orizzontale, ma ciascuna storia cerca di vivere autonomamente di vita propria, cercando di non farsi influenzare troppo dalle altre, ma incastrandosi in un unica storia a strade parallele. Alcune storie rivelano più indizi riguardo le origini dell’hotel e dei ”Figli di Fathima” rispetto ad altri. Certi fatti che non hanno spiegazione in uno trovano una soluzione nell’altro, ecc. ecc.

Condividono temi e location, ma l’atteggiamento è quello di qualunque altra antologia di racconti.

Alla fine di tutte le storie del primo ciclo, avrete una serie di elementi per costruire la cornice del ”quadro generale”. Tutta la storia di ”Zeitgeist” andrà risolvendosi, certo, ma per quello ci saranno un ”Ciclo Due” e un ”Ciclo Tre” (con un altra struttura e, probabilmente, una vera trama orizzontale).

Buona Lettura