Ultimo Trip: Capitolo 9 – Arto dopo Arto, Dente dopo Dente

d2b569fb480a38b01b14fd7f55d9bf58

 

Estratto

La sala ristoro sembrava essersi ridotta nella mensa di qualche ridicolo parco a tema preistorico. Non vi si trovava alcuna traccia del prevedibile caos primordiale nella maniera in cui le piante avevano preso possesso di quell’area: i rampicanti pendevano pigramente dal soffitto in maniera ordinata, come le liane di una qualche scenografia esotica.

Foglioline verdi e petali bianchi erano sparpagliati sui lunghi tavoli di plastica grigi. Innocue e immobili, sembravano essere messe lì per puro e semplice abbellimento. Non c’era una goccia di sangue a sporcare la sala, non un arto mozzato; nessun corpo a parte uno, ancora vivo, seduto a testa bassa sul tavolo a mangiare quella che sembrava una zuppa. Nascosti nell’ombra, un’intricata ragnatela di corde sottili lo circondava, dando l’impressione di uscire direttamente da lui come i fili di un burattino.

Aveva lunghi capelli castani che teneva bassi sul volto, arrivando quasi a sfiorare la zuppa con le punte.

Continuava a bisbigliare qualcosa, interrompendosi solo per portarsi il cucchiaio alla bocca e risucchiare la zuppa. Le parole gli tremavano in bocca, come se le labbra fossero troppo affaticate per poterle pronunciare, sfruttando fino all’ultima goccia di fiato rimastagli nei polmoni.

Download

PDF

ePub

Piccola nota: del personaggio di Marco si è già parlato apertamente in ”Qualcosa è Andato Orribilmente Storto (Parte 1)” che potete leggere qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...