Ultimo Trip, Capitolo 4: Fuori Sincro

Strauss mosse un passo avanti, poi ci ripensò. Rimase immobile, con le mani a mezz’aria.

«Tutto bene?» chiese V.

«Non… non ricordo…»

«Che cosa non ricordi, Willhelm?»

Willhelm fissò di nuovo quella testa senza volto. Strinse gli occhi e, quando li riaprì, vide uno strano lampo esplodere sotto la pelle sottile. Chiuse di nuovo gli occhi e, per una manciata di secondi, vide gli occhi verdi e stretti di sua madre, proiettati sulla pelle come contro lo schermo bianco di una sala. Man mano che parlavano, la luce cominciò a proiettare altre parti del suo viso: le labbra sottili e scure, le sopracciglia nere, finemente disegnate, il ricciolo nero che le ricadeva sempre sulla fronte. La bocca cominciò a muoversi, ma per tutto il tempo, le parole uscivano in ritardo rispetto al labiale, come fuori sincro.

DOWNLOAD

Download PDF

Download ePub

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...